Città Sant’Angelo, LONGOVERDE (PD) – FABBIANI (SI): “LA CRISI DELL’AMMINISTRAZIONE PERAZZETTI DIVENTA UN VERGOGNOSO REALITY SHOW! DIMISSIONI SUBITO!”

Città Sant’Angelo, LONGOVERDE (PD) – FABBIANI (SI): “LA CRISI DELL’AMMINISTRAZIONE PERAZZETTI DIVENTA UN VERGOGNOSO REALITY SHOW! DIMISSIONI SUBITO!”

Continua la bagarre tra i tre dissidenti della Maggioranza Perazzetti contro lo stesso Sindaco e la sua giunta, questa volta però non nell’aula del Consiglio Comunale ma sui social dando vita un indecoroso spettacolo mediatico.

“Negli ultimi giorni stiamo assistendo sui social network alla spettacolarizzazione della crisi della maggioranza dove vi è un fuoco incrociato di attacchi tra consiglieri e partiti politici” commenta così la Consigliera di Opposizione del gruppo PD-Insieme Per Città Sant’Angelo Patrizia Longoverde “Accuse reciproche di autoritarismo, attaccamento alle poltrone e di ricatti hanno reso il Consiglio Comunale un vergognoso reality show, dove però il Sindaco Perazzetti, guarda caso, si è ritagliato, però non a ragione, il ruolo da protagonista e quindi da vittima”. La Consigliera Longoverde sottolinea poi l’atteggiamento istituzionalmente inadeguato di quel che resta della maggioranza di centro destra di Perazzetti “Città Sant’Angelo non è mai caduta così in basso! Le massime istituzioni dell’ente come i più indisciplinati adolescenti lanciano invettive credendo di essere immuni agli errori”. Alle critiche seguono le azioni che intraprenderà il gruppo del PD “Chiederemo, come fecero loro in passato una “verifica della maggioranza in vista dei prossimi atti da approvare”.

Interviene sulla questione anche Alice Fabbiani che, insieme a Patrizia Longoverde, sono state componenti della passata amministrazione e spesso bersagli di attacchi di diversi membri dell’attuale Maggioranza.  “L’Amministrazione Perazzetti è responsabile di questo fallimento e se ne assuma la responsabilità facendo una cosa sola: DIMISSIONI IMMEDIATE!”. Continua poi l’esponente di Sinistra Italiana “Aspettiamo un’analisi di coscienza da parte di altri assessori e consiglieri, visti i disastri che si stanno per abbattere sul nostro comune tra biodigestore e un bilancio fumoso e pericoloso”. Conclude infine Alice Fabbiani appellandosi alla giunta comunale “Capiamo che molti sono allettati dall’idea di continuare a prendersi le indennità anche maggiorate, o dall’idea di un finto prestigio nel sedere sugli alti scranni del comune, ma ricoprire un incarico con l’attuale Sindaco macchierà solo il loro curriculum”.

 

 

 

PATRIZIA LONGOVERDE – PD-INSIEME PER CITTÀ SANT’ANGELO

ALICE FABBIANI– SINISTRA ITALIANA “SEZ. FERNANDO FABBIANI”

PD: 4 milioni ancora non spesi, a Prati Di Tivo Provincia e Regione assenti

PD: 4 milioni ancora non spesi, a Prati Di Tivo Provincia e Regione assenti

Il comprensorio montano di Prati di Tivo, nel Comune di Pietracamela, è meta di turisti e sportivi durante tutto l’anno avendo un buon apparato ricettivo di strutture alberghiere oltre che la bellezza e suggestione dei paesaggi di cui la natura lo ha dotato.  Costituisce, insieme a Prato Selva, nel Comune di Fano Adriano, la principale località di turismo montano del versante teramano del Gran Sasso.

L’allora Giunta Regionale di Centro Sinistra, sollecitata anche dalla precedente amministrazione provinciale, sempre di centro sinistra,  intercettò importanti risorse per la valorizzazione di questo comprensorio.

·        Euro 1.100.000 PIT TERAMO. Valorizzazione e miglioramento della ricettività turistica in provincia di Teramo. Lavori di adeguamento e messa in sicurezza della “Strada della montagna” S.P. 43 dei Prati di Tivo anno 2016

·         Euro 1.100.000,00 – ottenimento dalla Provincia di Teramo  di un finanziamento da parte della  Regione Abruzzo che ripristinava  il finanziamento originario dei fondi FAS ad euro 12.500.000,00.

·        Euro 2.000.000 Completamento e ammodernamento del comprensorio sciistico di Prati di Tivo Delibera Giunta Regionale n. 418 del 28 luglio 2017;

·        Euro 4.000.000 Delibera Cipe n.12 del 28 febbraio 2018. Eliminazione dei punti neri e miglioramento dell’accessibilità stradale agli impianti sciistici teramani di Prati di Tivo. s.p. n. 43 di Pietracamela, e Sp 43A; quest’ultimi incomprensibilmente mai spesi dalla Provincia Teramo a guida Centro Destra con il  Presidente Di Bonaventura.

Finanziamenti dunque per 4.000.000 che risultano ad oggi ancora non spesi, mostrando l’assoluta mancanza di attenzione del Centro Destra al nostro comprensorio. Se a ciò aggiungiamo gli aumenti dei prezzi nell’ultimo anno, il Centro Destra ha creato oltretutto un danno alla Comunità.  Se passiamo agli impianti dei Prati di Tivo, l’attenzione non migliora: il Centro Desta ha lasciato questi impianti sempre chiusi  d’inverno e negli ultimi due  anni anche d’estate cercando di coprire gravi mancanze dietro banali giustificazioni. Anche quest’anno, nonostante la fine dell’emergenza pandemica, la stagione estiva è a rischio ed il comprensorio non può permetterselo. Siamo arrivati oramai al primo giugno e la promessa del Presidente Di Bonaventura fatta in assemblea pubblica davanti agli operatori  è già una “pinocchiata”.  Non è da meno la Regione Abruzzo del Presidente Marsilio che si preoccupa solo di guardare indietro,  ma con occhi ciechi  poiché la gestione a guida Centro Sinistra,  ha previsto risorse finanziarie  e soprattutto ha sempre tenuto gli impianti aperti sia nella gestione estiva che in quella invernale.

Un passaggio a parte merita la questione dei debiti pregressi, argomento usato, da chi governa ormai da anni, nel tentativo di scaricare responsabilità. Ebbene, sono arrivati ad euro 1.421.821 nel  2020 rispetto ali 1.011.057 nel 2018 (ultimo bilancio csx) aumentati del 40%  dal Cdx con i risultati che abbiamo sotto agli occhi.

Il futuro? È questo il nostro interrogativo. Come sostenuto già un anno  fa è urgente che la Provincia ritorni in gestione della seggio-cabinovia Telemix – La Madonnina e proceda subito alla sua  apertura per l’imminente stagione estiva. Bisogna poi uscire dall’impasse dell’attuale procedura di bando, la cui procedura di vendita è  stata molto  confusionaria e approssimata,  stimolando dei veri investitori che tengano a cuore le sorti del nostro comprensorio attraverso un progetto di valorizzazione dello stesso.

Pietrucci: “Una Risoluzione per potenziare il servizio di Medicina di base”

Pietrucci: “Una Risoluzione per potenziare il servizio di Medicina di base”

Il consigliere Pietrucci ha depositato oggi una Risoluzione per sollecitare l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì a potenziare il servizio di Medicina territoriale di base come consentono le nuove norme appena approvate.

Qualche giorno fa, infatti è stata pubblicata la L. 52/2022 – del 19 maggio scorso – che mira a garantire l’assistenza sanitaria di base a seguito dei pensionamenti dei Medici di medicina generale.

Già la pandemia aveva messo alla prova la tenuta dell’intero sistema sanitario evidenziando gli errori commessi nel tempo, i tagli alla sanità pubblica, le carenze di personale, la disattenzione verso la medicina territoriale che rappresenta la frontiera insostituibile di un diffuso servizio di conoscenza, screening, prevenzione e primo intervento vicino ai cittadini.

Inoltre, la doverosa priorità riservata all’emergenza COVID-19 ha prodotto un generalizzato rallentamento e il rinvio di quasi tutte le altre attività di diagnostica e cura delle “ordinarie” patologie con rischi gravissimi per la salute delle persone.

Infine, il turn-over dei Medici di base, non sufficientemente e adeguatamente compensato da nuove assunzioni, rischia di generare una crisi nell’assistenza territoriale, con disagi e preoccupazione tra gli utenti, considerando che ogni Medico di base che va in pensione, lascia circa 1.500 pazienti che a loro volta devono individuare un loro nuovo medico di fiducia.

Per fronteggiare la situazione, la L. 52/2022 consente alle Regioni di incrementare il numero di assistiti a carico dei “Corsisti” durante lo svolgimento della loro specifica formazione in medicina generale, dal precedente numero di 500 all’attuale massimale di 1.000 assistiti.

Con la Risoluzione, dunque, Pietrucci impegna la Giunta ad agire immediatamente su due fronti:

  1. consentire, come hanno già fatto Lombardia e Lazio e in deroga all’Accordo Collettivo Nazionale di Lavoro dei Medici di Medicina Generale, la permanenza facoltativa in convenzione oltre il limite dei 70 anni di età;
  2. assicurare, con l’aumento della potenzialità assistenziale, la più adeguata e qualificata assistenza sanitaria di base agli utenti in un periodo di criticità e transizione come quello che sta vivendo la categoria, anche nel rispetto del principio della “libera scelta”.
Sciopero scuola, il sostegno del PD Abruzzo

Sciopero scuola, il sostegno del PD Abruzzo

“Nella giornata della proclamazione dello sciopero generale indetto dai sindacati della Scuola, Il Partito Democratico ribadisce la propria vicinanza alle lavoratrici e ai lavoratori di questo fondamentale settore che svolgono un compito la cui complessità è spesso sottovalutata”: lo dichiara Annalisa Libbi, responsabile Istruzione del Partito Democratico abruzzese.

Libbi spiega che “nei giorni scorsi una delegazione del Partito nazionale, con le Responsabili Manuela Ghizzoni e Irene Manzi, ha incontrato i rappresentanti sindacali, nel solco di un dialogo che non è mai venuto meno, per discutere le complesse tematiche – formazione iniziale degli insegnanti, la fase transitoria, la formazione in servizio e quella incentivata – al centro delle rivendicazioni odierne. Nel sostenere l’importanza del continuo confronto, l’esigenza di verità ci impone di sottolineare che un intervento sulla formazione iniziale era atteso da quando il percorso introdotto nel 2017 fu soppresso dall’oggi al domani, dall’allora Ministro Leghista Bussetti; oggi, per la necessità di rispettare la tabella di marcia prevista dal PNRR, è mancata un’adeguata condivisione con le forze di maggioranza e non possiamo non pensare che, diversamente, avremmo potuto raccogliere i frutti di quanto cancellato con un tratto di penna. In questo senso c’è l’impegno del partito, nazionale e locale, prima dell’approvazione del Decreto 36 come nei prossimi giorni, affinché, in sede di conversione, il provvedimento sia migliorato per essere pienamente all’altezza degli ambiziosi obiettivi del PNRR di una scuola di qualità nella quale i docenti siano adeguatamente retribuiti”.

“Pint of Love”: il 30 maggio aperitivo arcobaleno con Angelo Schillaci e Monica Cirinnà

“Pint of Love”: il 30 maggio aperitivo arcobaleno con Angelo Schillaci e Monica Cirinnà

Domani, lunedì 30 Maggio ore 17.30  in Piazza Palazzo presso  il Bar Margherita, “Pint of Love” aperitivo arcobaleno aperto a tuttə.

Insieme a noi, Stefania Pezzopane candidata Sindaca, Angelo Schillaci, docente universitario di diritto pubblico comparato e coordinatore del tavolo di confronto con le associazioni LGBT+ del PD, e Monica Cirinnà, senatrice e responsabile Diritti del Partito Democratico.

Metteremo a fuoco le politiche LGBT+ proposte nel programma elettorale della nostra coalizione. Sarà un momento conviviale di discussione e approfondimento sul tema dei diritti, sull’inclusione e sulle politiche di genere.

Ci ritroviamo di nuovo in piazza: sempre sui diritti e attraverso quell’alleanza di persone  che ci consente di stare al mondo insieme.